Imposta ordine discendente
per pagina

Limone si… ma siciliano è meglio!

lunedì 22 maggio 2017 15.31.26

L’agronomo Giovanni Greco ci fornisce una interessante panoramica sulle caratteristiche che fanno del limone siciliano il meglio che possiamo avere nella nostra cucina, soffermandosi anche sulle linee di produzione del nostro storico gruppo.

Infatti, proprio in Sicilia sono presenti le più importanti piantagioni di limoni al mondo, anche grazie alle condizioni climatiche ottimali che favoriscono il loro sviluppo. 

Nella classifica mondiale dei produttori di limone, quale posto occupa l’Italia e la Sicilia?

L’Italia si colloca tra i primi dieci produttori mondiali di limone con oltre 500.000 tonnellate di produzione.

La Sicilia, e in particolar modo l’areale siracusano, rappresentano il fulcro della produzione italiana con quasi 500.000 tonnellate di produzione.

Quali sono le caratteristiche che rendono, in generale, i limoni siciliani tra i più pregiati?

La produzione siciliana di limoni è particolarmente ricercata per diversi motivi:

1) la capacità di fiorire più volte l’anno ed il particolare clima siciliano, consentono alle piante di limone di garantire un flusso di produzione pressoché omogeneo durante gran parte dell’anno;

2) sempre grazie al particolare clima siciliano, il frutto del limone è ricco principalmente di vitamina C e di acido citrico;

3) il frutto del limone è dotato di elevata serbevolezza ed ha un alto contenuto in succo.

Il frutto del limone si presta dunque a svariati utilizzi in cucina come in casa; è largamente utilizzato a scopo terapeutico grazie alle proprietà antiossidanti, antiscorbutiche, depurative, disintossicanti e riequilibranti.

Quale altra connotazione assume la produzione siciliana di limoni rispetto alle altre produzioni mondiali?

La produzione siciliana di limoni è giustamente elevata al rango di “eccellenza” per due ordini di motivi:

1) grazie al particolare clima siciliano, è possibile condurre la coltivazione secondo i principi dell’agricoltura biologica o, in subordine, dell’agricoltura integrata o a basso impatto ambientale;

2) i produttori di limoni, capita l’importanza dell’associazionismo, hanno realizzato interessanti ed attivi distretti produttivi che vantano anche l’acquisizione del marchio di origine europeo della Indicazione Geografica Protetta, meglio nota come IGP; esso lega la produzione a determinati areali e a determinate caratteristiche varietali offrendo un prodotto positivamente standardizzato con elevati livelli di garanzia offerte al consumatore finale.

 Come agisce il Gruppo Villari?

Negli ultimi anni, la composizione del commercializzato del Gruppo Villari ha favorito l’espansione della linea “BIO” e della linea “Integrato” a fronte di una riduzione proporzionale della linea “Convenzionale”.

A queste scelte commerciali, il Gruppo Villari ha affiancato un ulteriore tassello di qualità completando il quadro dell’offerta di prodotto: il commercializzato proviene da areali riconosciuti per il pregio produttivo.

Dunque, giocoforza dello staff, impiegare produzioni dotate di marchiatura IGP (ad esempio, IGP Limone di Siracusa) e provenienti da aziende serie, fidelizzate e di comprovata esperienza produttiva.

Posted By Attilio Villari

Non tutte le bucce fanno bene. Sempre più frequentemente, infatti, nelle etichette delle confezioni di limoni (e degli agrumi in genere), ci si può imbattere nelle diciture “buccia non edibile” oppure “trattato in superficie”, che sta a significare che il prodotto, una volta raccolto, ha subìto dei trattamenti con sostanze chimiche che possono rivelarsi tossiche e altamente pericolose per il nostro organismo.

Nella quasi totalità dei casi i trattamenti post raccolta vengono utilizzati nell’ambito della Grande Distribuzione Organizzata, per “allungare” la vita commerciale di questi prodotti.

Questi trattamenti, infatti, nascono dall’esigenza di impedire o ridurre lo sviluppo di eventuali malattie fungine (muffe) e dall’avvizzimento fisiologico.

Il Gruppo Villari, proprio per conciliare le esigenze di protezione dei limoni accompagnata dalla tutela della salute dei propri consumatori, è da sempre orientato verso la ricerca e l’innovazione tecnologica. Negli ultimi anni, la composizione del commercializzato ha favorito l’espansione della linea “BIO” e della linea “Integrato” a fronte di una riduzione proporzionale della linea “Convenzionale”.

Tuttavia, l’imperativo dello staff di ricerca del Gruppo Villari è di garantire il mantenimento di una adeguata “shelf life” del commercializzato senza l’impiego dei prodotti fitosanitari in post-raccolta.

Per tale motivo, lo staff di ricerca interno ha messo a punto una innovativa tecnica di protezione dalle muffe con l’impiego di mirati trattamenti termici in fase di lavaggio del frutto: la termoterapia, che consente di avere una buccia sicura, edibile e, quindi commestibile.

Il limone, proveniente dal campo e a poche ore dalla raccolta, viene introdotto in una innovativa linea di lavorazione ove, con sofisticati monitoraggi elettronici, viene stabilito il miglior grado di temperatura ed il miglior intervallo di tempo a cui sottoporre il frutto per ottenere un significativo abbattimento della eventuale carica microbica.

Con la termoterapia, il Gruppo Villari garantisce ai propri consumatori un limone “pulito e sano” sia dentro sia fuori.

Posted By Attilio Villari

Dopo il successo ottenuto alla fiera di Berlino in occasione di Fruit Logistica, il Gruppo Villari parteciperà dal 15 al 18 febbraio alla 28esima edizione di Biofach 2017- Salone Leader Mondiale degli Alimenti Biologici, che si svolge a Norimberga.

Sarà l’occasione per puntare i riflettori sulla produzione biologica della storica azienda siciliana che può vantare un marchio di limoni bio di alta qualità, denominato “E’ Bio”.  

Attilio Villari, direttore commerciale del Gruppo Villari, ci parla di questa particolare produzione che registra un trend in costante crescita: “Puntiamo sul biologico non solo perché è un mercato in continua espansione. Il biologico è il nostro futuro ed è una scelta di sostenibilità per la natura e per la salute dell’uomo. Infatti, questo metodo di produzione contempla solo l’impiego di sostanze naturali, escludendo l'utilizzo di sostanze di sintesi chimica, evitando anche l’eccessivo sfruttamento del terreno”.

Nei prossimi giorni il Centro fieristico di Norimberga diventerà, quindi, il punto di riferimento delle produzioni mondiali che operano nel mercato biologico.

E’ importante ricordare che gli espositori che partecipano a Biofach 2017 sono produttori che operano nel settore alimentare, agricolo, tessile e vitivinicolo, tutti rigorosamente certificati con logo biologico dell’UE

Posted By Attilio Villari

Il Gruppo Villari partecipa a Fruit Logistica 2017 - Salone internazionale del commercio ortofrutticolo. 

Read More
Posted By Attilio Villari

LIMONI GRUPPOVILLARI BUONI TUTTO L'ANNO

martedì 31 maggio 2016 16.27.59

LIMONI-VERDELLO

Read More
Posted By GruppoVillari

FRUIT LOGISTICA

mercoledì 20 gennaio 2016 10.18.13

Il Gruppo Villari sarà presente alla fiera Fruit Logistica di Berlino 3/4/5 febbraio 2016.
Saremmo lieti di invitarvi a trovarci al padiglione CityCube Hall B stand B-01 

Read More
Posted By Gruppo Villari
Imposta ordine discendente
per pagina